Decreto Dignità: posso continuare a scommettere online?

Che cosa cambia realmente per gli amanti delle scommesse sportive online.

Il nuovo governo targato Lega/Movimento 5 stelle ha da poco approvato un disegno di legge chiamato decreto dignità, che vieta il ricorso alla pubblicità per quanto riguarda il gioco d’azzardo in Italia. Un emendamento del Partito Democratico, sempre all’interno dello stesso decreto, impone di rendere ben visibile la dicitura “nuoce gravemente alla salute” su tutte le slot machine e sui Gratta e vinci.

Cosa sta accadendo in Italia?

Negli ultimi anni in Italia il numero di giocatori è cresciuto in maniera esponenziale, per questo motivo il parlamento sta cercando di correre ai ripari studiando delle nuove strategie. Una di queste è proprio il decreto dignità. L’obiettivo principale è quello di mettere in guardia il giocatore più assiduo e indirizzarlo verso un tipo di gioco responsabile.

In questo clima di incertezza e di comunicazione frammentaria è di fondamentale importanza riuscire a rispondere a una domanda:

Che cosa cambia realmente per gli amanti delle scommesse sportive online?

La novità principale riguarda la regolamentazione della pubblicità, proprio in un settore strategico come quello del betting. Gli amanti delle scommesse sportive online e dei casino online sicuri non hanno niente da temere, potranno continuare a tentare la fortuna giocando alla roulette e studiare in tutta tranquillità le loro quote e i loro pronostici.

L’unica regola da seguire veramente è quella del buon senso. Ovviamente è raccomandabile che tutti gli scommettitori si affidino a quei bookmakers aams dotati di una buona reputazione. È di fondamentale importanza iscriversi solo a casino online sicuri, diffidando di tutti quegli operatori privi di una regolare licenza aams. Bisogna optare per un gioco responsabile, perché il gioco assiduo può provocare dipendenza.

L’obiettivo del decreto dignità è quello di evitare che la promozione pubblicitaria possa in qualche modo invogliare a scommettere, influenzando i giocatori più giovani e le generazioni future. È importante ricordare che il gioco è vietato ai minori di anni 18 e che per iscriversi a qualsiasi bookmaker aams bisogna inviare un regolare documento di identità. All’indomani dell’approvazione del decreto dignità sono affiorati alcuni dubbi legati soprattutto alla reale efficienza di tale norma.

Basterà da solo il divieto assoluto della pubblicità ad arginare un fenomeno in netta crescita? Stiamo parlando di un giro di affari che ogni anno fattura decine di miliardi di euro. Forse sarebbe stato più conveniente realizzare una campagna di informazione in cui si invitano i giocatori ad affidarsi soltanto a quei brand che possiedono una regolare licenza aams, diffidando di tutto il resto. Il nuovo decreto che porta la firma del vice premier Luigi Di Maio ha sollevato le critiche di molte squadre di serie A, che fino agli anni passati hanno potuto contare su ricchi contratti di sponsorizzazione.

Alla lunga il decreto dignità potrebbe rivelarsi molto penalizzante per le casse del calcio italiano, anche perché nel frattempo le altre squadre europee potranno continuare a godere di una totale libertà di movimento. La lega calcio ha espresso tutto il proprio disappunto per un provvedimento che rischia di far crescere ancora di più il gap economico nei confronti dei campionati esteri, in primis Liga spagnola e Premier League inglese.

Conseguenze nel mercato delle scommesse sportive online

L’unica strada percorribile in questo momento, che poi assomiglia di più ad una scorciatoia, è quella di firmare dei contratti di sponsorizzazione pluriennali con le società interessate, prima della entrata in vigore della legge. La deadline è stata fissata al 14 luglio 2019. Da quella data in poi anche i contratti firmati precedentemente alla entrata in vigore del decreto dignità, saranno carta straccia. Rimangono fuori dal divieto di sponsorizzazione le principali lotterie nazionali come il lotto e il superenalotto, in quanto non determinano vittorie in denaro immediate.

Nella realtà quotidiana di ogni singolo scommettitore, non cambia un bel nulla. Gli utenti saranno liberi di usufruire delle promozioni dei bookmakers aams e potranno digitare i vari codici promozionali, utili per sbloccare i bonus di benvenuto. Scommettere, giocare a Poker o alle slot machine, rimane una pratica legale in Italia, quindi no panic!

A rimetterci semmai sono le società di marketing e di comunicazione e tutto l’indotto (tra l’altro enorme) che gira intorno al mondo della pubblicità. Vengono penalizzate soprattutto le società che possiedono una regolare licenza aams, fondamentale per operare nel nostro paese, mentre quelle internazionali (che non pagano le tasse in Italia) potranno continuare ad attirare clienti attraverso sontuose campagne pubblicitarie su internet.

Come accennato in precedenza, vengono escluse dal decreto dignità tutte quelle lotterie che non assicurano una vincita immediata, come il lotto e il superenalotto. Alla luce di questa decisione non si capisce perché non possano avere la stessa sorte anche le scommesse sportive online. Il calcio scommesse è fatto di analisi attenta delle statistiche, di dinamiche tecniche e tattiche, ci sono fattori legati alla intuizione del giocatore, insomma non è solo fortuna. Per questi motivi si fa molta fatica a catalogare le scommesse sportive online come gioco d’azzardo.  

In Conclusione

C’è anche un’altra questione da considerare: l’approvazione del decreto dignità potrebbe avere come effetto indesiderato quello di far proliferare nuovamente il calcio scommesse non autorizzato, con conseguente arricchimento delle organizzazioni criminali.

Il governo farebbe bene a non sottovalutare questo pericolo e a studiare delle misure adatte, per scongiurare il riaffermarsi del calcio scommesse illegale. Con il nuovo decreto dignità sono previste per tutti i trasgressori sanzioni economiche equivalenti al 5% dell’importo sponsorizzato (e comunque non meno di 50.000€). Tutti i fondi provenienti dalle multe saranno utilizzati per combattere la ludopatia, attraverso campagne di sensibilizzazione ed educazione. Dunque, come detto in precedenza, con il decreto dignità tutti gli amanti del calcio scommesse non hanno niente da temere, potranno continuare a tentare la fortuna, così come hanno fatto in passato.

Tutti gli utenti possono continuare a tenersi aggiornati sulle offerte di benvenuto, i codici promozionali e le quote, consultando il nostro sito:

www.codice-bonus.net

L’unica novità riguarda il divieto di visibilità di tutti quei brand che si occupano di scommesse sportive online. Per questo motivo sarà vietata ogni forma di pubblicità, sia sulle pagine dei giornali, sia in televisione e sia su internet.

Decreto Dignità: posso continuare a scommettere online?
5 (100%) 6 votes